Il Mistero di Via delle Ombre Cieche – Racconto

I Le braccia ambrate di Giulia sporgevano dalla finestra del secondo e ultimo piano del palazzo dove abitava. Era mattino presto e un quadro di luce le si accese sul viso, scagliato dal sole che piano piano spuntava lontano, oltre i tetti del borgo storico dove abitava. L’aria fresca della brezza punteggiava la pelle scoperta … Continua a leggere Il Mistero di Via delle Ombre Cieche – Racconto

Il ragazzo che non aveva niente da dire – Racconto

Tempo fa, finivo il mio turno di lavoro in caffetteria e, mentre spazzavo per terra e pulivo i tavolini, ho trovato un foglio accartocciato, buttato fra i cuscini della poltrona. A differenza dell'autore, ho trovato bello quello che c'era scritto, così ho provato a chiedere per un bel pezzo ai clienti che venivano, in particolare … Continua a leggere Il ragazzo che non aveva niente da dire – Racconto

La nascita di Succuba – Racconto gotico

Di colpo Vivienne si svegliò. Era mezzanotte. Il respiro affannato, i capelli dietro il collo un'impasto fradicio. Riportò le coperte fin sopra la bocca e fissava ad occhi aperti il buio della stanza. Nella casa il silenzio. Dalle nebbie del dormiveglia, s'affacciò un pensiero, sospeso come una piuma nell'aria, parlava degli anni che avrebbe compiuto … Continua a leggere La nascita di Succuba – Racconto gotico

Di pappagorge e di voglia di leggerezza – Diario

Sono le otto di mattina, ma sarebbero le nove perché ieri è cambiato il fuso orario. Ho una panza che cresce sempre di più a causa della mia sedentarietà. Un po' mi sono lasciato coccolare dalla situazione del virus che mi costringe a casa. Ma in verità è proprio una pigrizia che mi ha preso … Continua a leggere Di pappagorge e di voglia di leggerezza – Diario

Mentre cammino sulla spiaggia deserta – Poesia

Mentre cammino sulla spiaggia deserta, per la prima volta, ascolto un suono nuovo fra le onde che s'arricciano sulla riva: un borbottare, come la risata di un vecchio. Ora, se mi volto, al mio fianco il mare mi pare un bonario scorbutico gigante, disteso per chilometri a pancia in su, sonnolento, con gli occhi socchiusi … Continua a leggere Mentre cammino sulla spiaggia deserta – Poesia

Di insonnie e incontri inaspettati durante una passeggiata al mare – Diario

Cazzarola non riesco a riprendermi stamattina. Sarà pure perché non dormo benissimo la notte. Fino all'una di notte c'è un casino in casa e alle cinque di mattina papà si alza e fa bordello. Ho la doccia del bagno che confina con il muro della mia stanza dove c'è il letto dove dormo e si … Continua a leggere Di insonnie e incontri inaspettati durante una passeggiata al mare – Diario

Come Sunset Overdrive mi ha ricordato la magia di muoversi nei videogiochi – Riflessione

C'è qualcosa di magico nei videogiochi. Mi stupisco soprattutto quando controllo con il gamepad un personaggio in terza persona. Lui/lei è lì, di spalle, muovo la leva analogica in avanti e cammina. Esploro, salto, mi guardo intorno, raccolgo, colpisco. Per qualche minuto o ora, mi sento proiettato in quel personaggio, precostruito o personalizzato non c'è … Continua a leggere Come Sunset Overdrive mi ha ricordato la magia di muoversi nei videogiochi – Riflessione

Come ICO mi insegnò ad ascoltare – Riflessione

Madonna che videogioco ICO. E' uno dei miei preferiti. E dire che c'ho messo un po' prima che mi piacesse così tanto da farmelo rigiocare in tutto sei, sette volte. Ed ho appena ordinato l'edizione per PS3 e ho ancora voglia di giocarci oggi, di emozionarmi solo a pensare ad alcuni momenti. La prima partita … Continua a leggere Come ICO mi insegnò ad ascoltare – Riflessione